THE FUN THEORY AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA STRADALE


 


Se stiamo cercando dei modi efficaci per incoraggiare il rispetto delle norme sul traffico da parte del conducente, non bisogna dimenticare l'esempio del premio svedese istituito a partire dal 2010.

La società di pubblicità DDB di Stoccolma ha promosso un concorso per la Volkswagen Svezia con la richiesta di formulare idee e soluzioni divertenti per risolvere problemi sociali. Il progetto è stato denominato The Fun Theory. Kevin Richardson, residente a San Francisco, ha concepito e inviato l'idea di una lotteria fotografica che ha vinto il concorso. Questa idea è risultata vincitrice anche la Titanium award al Festival Internazionale della Creatività di Cannes 2011.

Il concetto è monitorare i guidatori rispettosi e premiarli iscrivendoli alla lotteria. Il denaro per il premio proviene dalle multe emesse contro i guidatori non rispettosi dell'osservanza del limite di velocità.

Questa idea è stata testata nella pratica a Stoccolma, utilizzando videocamere per il traffico e tecnologie per il rilevamento della velocità. I guidatori che passano nei paraggi di queste tecnologie vengono fotografati. Secondo la Volskwagen, a seguito di un test della durata di tre giorni, la velocità media in una strada a più corsie è diminuita da 32 km l'ora a 25 km l'ora.

Ma la teoria del divertimento o Fun Theory è una vera e propria filosofia che suggerisce un approccio diverso all'educazione civica del cittadino.

Secondo questo approccio, il metodo più semplice e divertente è il modo migliore per modificare il comportamento delle persone in meglio.

Che questo cambiamento sia per sé stessi o per l'ambiente o per la sicurezza stradale l'importantne è che questo cambiamento sia per il meglio.

Vedi anche il sito web della Fun Theory dove ci sono diversi esempi di applicazione della Fun Theory quali ad esempio promuovere l'utilizzo delle cinture di sicurezza.

Ad esemprio, la Wolskswagen ha ideato un sistema che vincola l'uso degli apparecchi video e musicali dell'autovettura all'avvenuto allacciamento della cintura di sicurezza. Si abbina quindi il "divertimento" all'utilizzo della cintura.
2017© Think and Drive