COMITATO NAZIONALE ITALIANO CNI AIPCR



Parigi 1909: nasce "l'Association Internationale Permanente des Congrès de la Route AIPCR", dopo il primo "Congresso Mondiale della Strada" tenutosi sempre a Parigi, nel 1908.
L'obiettivo dell'Associazione era quello di rappresentare le organizzazioni stradali di tutti i Paesi, per favorire il progresso in campo stradale, perché il XX Secolo, con l'avvento di nuovi mezzi di locomozione come l'automobile, avrebbe portato profonde trasformazioni in tutto il sistema viario esistente. Il Governo Italiano ha aderito all'AIPCR nel 1913.

Per tutto il XX Secolo, con le sole interruzioni dovute alle due Guerre Mondiali, l'Associazione Mondiale della Strada ha costantemente operato in primo luogo attraverso i Congressi Mondiali della Strada e quelli Internazionali della Viabilità Invernale che, svolti nell'ultimo periodo con cadenza quadriennale, hanno visto riuniti tecnici e specialisti del settore stradale, appartenenti ai Paesi che man mano hanno aderito all'Associazione, fino a raggiungere un numero di 120.

Con il fine di contribuire allo sviluppo delle tecnologie stradali e a tutto quanto abbia riguardo alla viabilità, l'Associazione Mondiale della Strada ha condotto copiosi studi e ricerche sulla base di un "Piano Strategico", rinnovato ogni quattro anni con attenzione all'evolversi delle esigenze del settore, che costituisce il principale strumento indicativo delle linee guida della sua attività.

La Missione

Associazione apolitica senza scopi di lucro, l'Associazione Mondiale della Strada si pone al servizio di tutti i suoi Soci:
  • offrendo un forum internazionale di primaria importanza per l'analisi e il dibattito nell'ambito del dominio della strada e del trasporto stradale, ed in particolare della costruzione delle infrastrutture di trasporto, del loro esercizio, della loro sicurezza e vita utile;
  • identificandosi come fonte di ricerca, sviluppo e diffusione delle migliori tecnologie e, allo stesso tempo, come più rapido accesso alle informazioni internazionali;
  • prestando una particolare attenzione, nell'ambito delle proprie attività, alle necessità dei Paesi emergenti e di quelli in transizione;
  • promuovendo mezzi efficaci per favorire le decisioni

Sito italiano: www.aipcr.it
Sito internazionale:  www.piarc.org

ANAS, MEMORIA E FUTURO



Anas è il gestore della rete stradale ed autostradale italiana di interesse nazionale. È una società per azioni il cui socio unico è il Ministero dell'Economia e delle Finanze ed è sottoposta al controllo ed alla vigilanza tecnica ed operativa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nonché al controllo contabile della Corte dei Conti. 

Grazie al notevole bagaglio di esperienza accumulato in oltre 80 anni di attività ed alle competenze del proprio personale, Anas ha ampliato la gamma dei servizi offerti, potendo svolgere attività di supporto agli enti pubblici e offrirsi come elemento catalizzatore in Italia e all'estero nei servizi di progettazione, costruzione e manutenzione stradale. 

Il nostro impegno nella progettazione, costruzione e gestione delle in frastrutture stradali si concentra sulla sicurezza della rete, tutela dell'ambiente, efficienza energetica, nonché sulla salvaguardia del patrimonio paesaggistico del nostro territorio. 

GESTIONE, manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade ed autostrade; ADEGUAMENTO e progressivo MIGLIORAMENTO della rete stradale e della relativa segnaletica; COSTRUZIONE di nuove strade ed autostrade, sia direttamente che mediante concessione a terzi; Servizi di INFORMAZIONE ai clienti; ATTUAZIONE delle leggi e dei regolamenti concernenti la tutela del patrimonio delle strade ed autostrade e tutela del traffico e della segnaletica; Adozione dei provvedimenti necessari per la SICUREZZA del traffico sulle strade e sulle autostrade; REALIZZAZIONE e PARTECIPAZIONE a studi, ricerche e sperimentazioni in materia di viabilità, traffico e circolazione.

2017© Think and Drive